Commenti

I commenti dei nostri ammiratori.

Commenti

Mi sono sentita immersa in una dimensione di favola in cui tutto e il contrario di tutto era possibile. Ho sentito acuti i miei sensi, meno vigile la mente, aperte strade sconosciute, e un’alternanza di stati d’animo infantili, aspettative, attese, presenze care. Grazie

“Chiudo gli occhi ed immagina una gioia, molto probabilmente penseresti a una partenza…”

Una partenza per il viaggio vissuto con voi e per il viaggio che ognuno di noi, ogni giorno, fa dentro se stesso. Grazie e grazie

Sogno trattenuto
viscere libere
musica per le orecchie
alba futura
naso dolente e soddisfatto
lontano lontano
sensazione di leggera follia
Mogol lo sapeva già
rotta libera
orgoglio sfumato, cecità.

È sempre il mio viaggio più bello, il più breve, il più pieno.

Io non sono brava a guardarmi dentro ma credere ai miei desideri SI!

È sempre una questione di punti di vista! Consiglieri questo spettacolo al più vigile essere umano. Che si possa sciogliere tra le mani dell’immaginazione. Grazie

Emozionante, sorprendente,inclassificabile, NECESSARIO

Il sogno si popola di sensazioni primordiali prive di forme note e per questo intense e stimolanti.

La memoria si mescola al futuro e il presente scivola via silenzioso in bilico tra la paura e l’abbandono.

Lasciarsi abbandonare nel tripudio di voci, suoni e odori, persi in un labirinto in cui, in fondo, ci si riscopre.

Alice nel paese delle meraviglie o Amelì nel magico mondo?

Ho rivisto luoghi che ho abitato trent’anni fa

Ho anelato di arrivare alla sorgente e immergermi per purificarmi

Ho visto me stressa… e mi sono piaciuta!

Ora può ricominciare il viaggio!!!

Cari Carissimi, sono piacevolmente frastornato ma percepisco una indecifrabile inquietudine che mi porto a casa come DONO MAGICO, pronto ad esplorare paesaggi imperscrutabili della mia esistenza, grazie ad una esplorazione nel profondo, tra frontiere e confini intangibili.

Come una goccia di pioggia che colpisce solo te e che proviene da lontano. Cosa c’è da aspettarsi? Cambierà il cielo anche per questo? Crescerà il caldo umido sulla terra che donerà nuova vita. Quando tante gocce si incontrano diventano fiume. Piccolo o grande si mette in viaggio e porta con sé qualcosa. Grazie per avermi donato queste gocce insieme.

Ora non vedo sento provo sono più come prima.

“Il mare della superficialità è pieno di isole felici…”

È il momento di cominciarsi ad amare di più. Grazie

Un viaggio intenso dove è stato possibile riscoprire la potenza del calore umano. Grazie

“È nelle piccole cose di tutti i giorni che si compiono le gesta eroiche”. Questa frase, più di tutte, mi è risuonata nelle orecchie e mi ha accompagnato nella mia dimensione onirica, nel mio “sogno”.

Perché infondo, come ha detto un attore siamo alla continua ricerca di qualcosa che alla fine altro non è che “quel qualcuno”, che è dentro di noi. Un’esperienza indimenticabile. 

Un percorso intimo dove trovare se stessi e riuscire allo stesso modo ad abbandonarsi senza paure a una guida sconosciuta. Per poi riscoprire che lo sconosciuto sono io stesso. Grazie mille complimenti per la poesia e la sensibilità. Grazie

Grazie per avermi restituito un tempo, un’occasione per ritrovarmi in ascolto, in asse, per odorare di nuovo e riconoscere, per guardare e non vedere, per osservare tra le fessure della mia anima. Un’occasione!

Siete dei “maledetti”…

Per questo, per tutto quello che ci avete sussurrato, viene voglia di farsi accompagnare ancora senza difese, senza più difese. Vi sono grato per il buio e per la luce, per il vuoto che è l’unico modo di riempirsi ancora. A presto.

La dolcezza della vita!!!!

Il piacere di ascoltare!!!!

La crescente curiosità!!!!

L’oblio di lasciarsi andare!!!!

La tranquillità nell’affidarsi agli altri!!!!

Tutto questo è solo una piccola parte delle emozioni che sono state portate a galla, direttamente sull’epidermide, che solitamente è una corazza. Grazie

Niente di quello che potevo immaginare è poi stato quello che ho vissuto. E quel che ho vissuto io l’ho immaginato. Grazie per avermi ricordato che c’è sempre tempo e spazio per sognare.

La fiaba, il sogno, sono o son desto? Tanti stimoli, emozioni fluenti, ardite avventure, l’acqua della nostra vita…

Esperienza surreale, fiabesca, intensamente diversa. Un viaggio, una scoperta, un ritorno semplicemente a… se stessi!

Vi ringrazio per questa meravigliosa esperienza. Mi è sembrato di vivere per la prima volta.

Emozionante e unico un viaggio stupefacente, poetico e delicato, una suggestione che mi porterò dentro. Bravissimi

L’anima ringrazia per questo viaggio senza volto ma con il respiro nel cuore

Non so esprimere tutto ciò con le lettere. Ciò che posso dirvi è che ho viaggiato dentro me.